Prenota Appuntamento

info@studio-chiropratico.com     045.6395118

John Isner: “Ecco l’investimento più grande fatto da me nel tennis”

John Isner: “Ecco l’investimento più grande fatto da me nel tennis”

  • John Isner Ecco linvestimento più grande fatto da me nel tennis

L’investimento più importante di John Isner? Una lussuosa villa, un auto o un gioiello speciale? Niente di tutto questo. Il tennista americano, che in carriera tra singolo e doppio ha portato a casa più di 14 milioni di dollari in montepremi, ha le idee chiare su quale sia stata la sua decisione migliore a livello finanziario. Riguarda una persona che viaggia con lui ogni settimana: il suo chiropratico, Clint Cordial. Isner ha iniziato a viaggiare con Cordial nel 2012, e dà merito al nativo di Misspila, Montana, per averlo aiutato a rimanere in salute e a giocare il suo miglior tennis a quasi 33 anni.

All’inizio di questo mese Isner ha vinto il suo primo Masters 1000 in carriera, a Miami, eguagliando il best ranking da numero 9 del mondo. “È l’investimento più intelligente che abbia mai fatto, per il mio corpo perché senza essere in salute, non posso scendere in campo, non posso fare ciò che faccio”, ha raccontato un Isner come sempre riflessivo e disponibile a dare risposte esaustive alla stampa.

A volte lavora da solo, quando magari torna a casa a Dallas o è in un torneo senza Cordial. “Sono molto diligente nell’alimentazione e nel prendermi cura di me stesso. Fare pesi è molto importante per me, mantenermi forte, soprattutto la parte inferiore del corpo”.

Dai suoi 208cm di altezza la terra rossa, storicamente superficie “nemica” non solo per lui ma per tutti gli americani, può rivelarsi un’arma favorevole. “Se fa caldo, la terra è più veloce e la palla rimbalza alta. Perfetto per me. Ora gioco Houston, poi faccio una pausa e lavorerò sul mio fisico”.

Cordial non è l’unico motivo del successo di Isner, che ha sposato lo scorso dicembre la sua fidanzata di vecchia data Madison McKinley. “Ci sono cose molto più importanti nella mia vita rispetto al tennis. Il tennis mi ha permesso di vivere esperienze uniche negli ultimi 11 anni e mi ha dato da vivere. Sono molto fortunato, ma non è la cosa più importante nella vita”.

Leggi la notizia su www.tennisworlditalia.com

Fonte: Tennis World Italia