Prenota Appuntamento

info@studio-chiropratico.com     045.6395118

Sport e Chiropratica – Gazzetta dello Sport

Sport e Chiropratica – Gazzetta dello Sport

Molti sportivi di alto livello così molte le squadre sportive professionistiche ricorrono abitualmente alla chiropratica. Sportivi, medici sociali e allenatori riconoscono, infatti, l’importante contributo che questa tecnica può fornire in tre aspetti essenziali per ogni sportivo : una massima prestazione neurologica, articolare e muscolare, la prevenzione degli infortuni e il loro recupero. Lo conferma il fatto che anche alle recenti Olimpiadi di Pechino erano presenti molti chiropratici, al seguito delle proprie delegazioni o dei singoli atleti. E anche in Italia, negli ultimi anni qualcosa si sta muovendo. Molte squadre di calcio professionistico, nonché molte Federazioni, come quella di snowboard, nuoto e canottaggio, hanno inserito i chiropratici nella loro équipe sanitaria. Gli infortuni sportivi possono essere un serio problema per tutti gli atleti. Strappi, distorsioni, tendiniti, borsiti, “gomito del tennista e del golfista”, spalla bloccata, mal di schiena, mal di collo, la lista è infinita. Ebbene, la chiropratica può essere d’enorme beneficio nell’aiutare e prevenire gli infortuni sportivi, e nel migliorare la performance atletica, come possono attestare molti atleti di prim’ordine. Grazie allo studio e all’ampia esperienza sulle condizioni neuro-muscolari-scheletriche i chiropratici dello sport sono all’avanguardia nell’individuare e risolvere i problemi degli atleti; inoltre la chiropratica riduce drasticamente i giorni di allenamento persi per infortunio, e l’uso dei farmaci e trattamenti fisioterapici. I dottori in chiropratica sono soprattutto all’avanguardia nell’approccio alle disfunzioni articolari che, quando si presentano, sono sempre accompagnate da disturbi nei riflessi neurologici che possono sfociare in una scarsa comunicazione di informazioni al sistema nervoso centrale. Questi riflessi diminuiti possono, a loro volta, creare tempi lenti di reazione o possono causare disfunzioni ai muscoli tesi o inibiti. Ebbene, numerosi studi dimostrano che gli aggiustamenti chiropratici sono seguiti da una più ampia meccanica dell’articolazione, sommata ad una più ampia funzionalità del sistema nervoso.

www.gazzetta.it

http://www.gazzetta.it/Fitness/28-10-2009/sport-chiropratica-601787362962.shtml